Attacco glaciale

Jack Tate è un fisico esperto di Meteorologia che lavora in una base a supporto di una nave per ricerche. Sua moglie, anatomo patologa vuole il divorzio accusandolo di essere drogato dal lavoro e anche Naomi, la figlia adolescente, concorda con la madre. Un giorno tutti coloro che si trovavano a bordo della nave vengono ritrovati congelati. Jack comprende che la tragedia è dovuta a un buco che si è aperto nell’ozono facendo filtrare aria ghiacciatissima. Il suo capo, Winslaw, ritiene le sue deduzioni non comprovate e questo fa perdere del tempo prezioso. Il rischio di una nuova era glaciale si fa sempre più concreto.
Brian Trenchard Smith è uno di quei registi che, con il Turkey Shoot tanto piacquero al Tarantino alla ricerca del pulp anni Ottanta. Il tempo è passato e ora i risultati non sono certo degni di nota. Il genere catastrofico ci ha ormai abituato a una prevedibilità che pochissimi riescono ad evitare. Attacco glaciale cerca, senza riuscirvi, di evitare qualche luogo comune ma ottiene solo il risultato di allentare la tensione. Trama Completa