Il fascino indiscreto dell’amore

Belgio, Canada, Francia 2014 – Genere: Sentimentale – durata 100′
Regia di Stefan Liberski
Con Pauline Etienne, Taichi Inoue, Julie LeBreton, Alice de Lencquesaing
Vedi cast completo

Trama
Amélie è nata in Giappone ma è cresciuta in Belgio. Vent’anni dopo torna a Tokyo per diventare una vera giapponese. Non c’è niente che desideri di più. Brillante e determinata, si improvvisa insegnante di francese e incontra Rinri, unico e giovane allievo con cui inizia presto una relazione sentimentale. Rinri, che ama i film della Yakuza e gli angoli nascosti di Tokyo, la introduce a un Giappone diverso da quello che lei credeva di conoscere e di ritrovare. Il Paese idealizzato della sua infanzia cede il posto alla realtà, alla natura e a qualcosa di più grande di lei. Qualcosa che la costringerà a rivedere la sua vita, i suoi sentimenti, il suo sguardo sull’altro da sé.
Best seller autobiografico di Amélie Nothomb, “Né di Eva né di Adamo” cambia titolo e debutta al cinema provando a emancipare l’Amélie letteraria dal suo narcisismo. Più affascinata dall’immagine che ha del Giappone che dal Giappone, la protagonista è determinata a ritornare sui passi e nel paese della sua infanzia. Paese che la impatta attraverso il personaggio di Rinri, il ragazzo che vorrebbe parlare fluentemente francese e toccarle il cuore. Ma Amélie è troppo presa a diventare più giapponese dei giapponesi e a ballare in culotte nei piani alti di Tokyo per accorgersi di quello che le accade veramente intorno. Cosciente della sua irresistibile ‘mostruosità’ è tuttavia Stefan Liberski, che sceglie per il suo film il volto e l’allure Nouvelle Vague di Pauline Étienne, attrice belga e discendente diretta della Bécassine di Joseph Pinchon. Fonte Trama