La guerra dei bottoni

Marzo 1944. Mentre il mondo è dilaniato dalla Seconda guerra mondiale e i tedeschi hanno occupato la Francia, un altro piccolo grande conflitto è in atto tra i bambini di Longeverne e Velran, due villaggi vicini. Le battaglie prevedono che i bambini vincitori strappino ai perdenti i bottoni dei loro vestiti in modo da lasciarli nudi e subire ulteriori punizioni dai loro genitori una volta rientrati a casa. A capo della banda di Longeverne vi è il tredicenne Lebrac, che guida le azioni dei suoi amici e che si scopre innamorato nel momento in cui Violette, una bambina di città, arriva al villaggio ospite in casa della zia Simone. L’aspetto di Violette, però, suscita il sospetto che sia di origine ebree e, nel momento in cui ciò diventa certezza, Lebrac si prodiga affinché non venga denunciata alle autorità. Fonte Trama