Screamers – Urla dallo spazio

Creati da una delle due corporazioni umane che si contendono il pianeta Sirius 6B, ricco di giacimenti minerari, scivolano velocissimi sotto la sabbia attaccando con lame affilate come rasoi ogni essere vivente che non sia provvisto di una particolare piastrina di riconoscimento. La terribile efficienza di questi robot è tale che ormai i superstiti delle due fazioni, considerandoli come il vero nemico, accettano di incontrarsi per negoziare la pace. Il comandante Hendricksson parte per raggiungere la base avversaria, ma il gruppo deve attraversare la terra di nessuno dominata dagli screamers. In questo deserto si rinnova lo scontro uomo contro macchina, ma l’intelligenza artificiale autonoma che crea e guida i robot ha escogitato una nuova tecnica per superare le sempre più impenetrabili difese: mimetizza i killer sotto perfette spoglie umane. Così durante il viaggio poveri bambini sperduti, pietosi soldati feriti, indifese fanciulle si rivelano spietate macchine mortali. Nessuno sa più di chi fidarsi ed il già sparuto gruppo si assottiglia rapidamente. Hendricksson, rimasto solo, riesce a malapena a raggiungere una piccola astronave che lo riporterà sulla Terra. Il soggetto è tratto con alcune libertà da uno dei migliori racconti di Dick, tradotto in Italia col titolo di “Modello due” e pubblicato in varie antologie. Fonte Trama