The Divide

Sbrigata in pochissimo la questione legata alla detonazione della bomba, la macchina da presa si barrica in un bunker insieme ad otto adulti più una bambina: davvero poche le possibilità di rivedere tutti insieme la luce, perché l’ombra del post-apocalittico ha già ampiamente plasmato l’aspetto scenografico di un rifugio sporco e claustrofobico, quasi fosse la stiva di una nave, spaziale o meno. Da un loculo all’altro, da un corridoio ad un condotto di areazione, Xavier Gens si muove con fluidità, facendo sfoggio di un virtuosismo che è tanto motivo di orgoglio per i suoi ammiratori quanto di netto rifiuto per gli altrettanti, accaniti detrattori. Trama Completa