Wolfhound

Wolfhound ha visto la sua famiglia massacrata dalle orde guidate da un massacratore il cui polso era tatuato con un muso di lupo. Fuggito dalle miniere in cui era stato imprigionato e divenuto adulto ora il suo unico scopo è la vendetta. Dopo aver sconfitto un malvagio guerriero che riteneva fosse il responsabile del massacro e aver liberato una fanciulla e un guaritore cieco che erano suoi prigionieri, il guerriero riprende la sua caccia. Incontrerà numerosi ostacoli ma avrà sempre accanto a sé lo spirito della madre a guidarlo. Finché un giorno incontrerà la principessa Helen, promessa sposa del guerriero Vinitar. La accompagnerà nel viaggio per raggiungere il futuro consorte e così dovrà scontrarsi finalmente con il suo avversario di sempre.
Va subito detto che Wolfhound è un film che meritava una distribuzione nelle sale che sfatasse il pregiudizio che un film russo debba essere necessariamente noioso o comunque non adatto al pubblico occidentale. Chi ha amato la trilogia de Il Signore degli Anelli o è comunque attento al fantasy può avere una piacevole sorpresa da un film che riesce a coniugare l’animo della Russia classica, permeato di poesia e di introspezione, con il meglio delle scene di azione. Trama Completa